Come un’Interpretazione – Scuola estiva al Museo Laboratorio Ex-Manifattura Tabacchi

2024-05-15T11:14:56+01:0014/05/2024|

a cura di Maurizio Coccia ed Enzo De Leonibus

23 > 29 settembre 2024

Città Sant’Angelo (PE)

OPEN CALL rivolta a studenti dell’ABAQ o di altre Accademie o università italiane, anche già diplomati/laureati nell’AA 2023-24, Max: 15 partecipanti.

INTERPRETAZIONE è un termine dai molteplici significati. Esso si applica a diversi campi del sapere, dalla logica matematica al teatro, dalla giurisprudenza alla psicanalisi alla critica d’arte. Su questo punto, in particolare, si ricorda la veemente polemica di Susan Sontang contro, appunto, l’interpretazione. In quest’area concettuale dai confini instabili e forieri di notevoli spunti di analisi, si muove l’idea del laboratorio teorico-pratico per questa nuova edizione della Scuola Estiva Abaq, nell’intento di offrire un adeguato momento di riflessione dopo che i cambiamenti globali - mutamenti climatici, guerra, emigrazione di massa - hanno imposto, in maniera spesso traumatica, all'attuale condizione umana.

Estetica del Trauma

2024-04-29T07:29:50+01:0029/04/2024|

a cura di Monica Biancardi

(dal 1 al 16 maggio 2024)

Mercoledì 1 maggio alle ore 12:00

Palazzetto dei Nobili, l’Aquila

Dopo il successo della mostra “Estetica del trauma”, curata dalla prof. Monica Biancardi presso la galleria Shazar di Napoli nel settembre 2022, gli studenti dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila hanno voluto riportare questa esperienza nella loro città, per un secondo appuntamento rinnovato e potenziato.  Così dal 1 al 16 maggio nei sotterranei del Palazzetto dei Nobili dell’Aquila, gli studenti dell’ABAQ con altri giovani artisti delle accademie di Napoli e Sassari, presenteranno una serie di opere che affrontano il tema del trauma declinato in vari modi.

Apocalypse Now

2024-04-03T10:44:36+01:0012/03/2024|

Venerdì 15 marzo alle ore 10.00 in Teatro

all'interno del corso di Fotografia con i professori Drudi e Giordano, verrà proiettato il film:

APOCALYPSE NOW (1979) di Francis Ford Coppola

Apocalypse Now è un passo avanti rispetto a qualsiasi altro film, perché si spinge fin nei luoghi bui dell'anima. Non è tanto un film sulla guerra, quanto su come la guerra sveli verità che non avremmo mai voluto conoscere. Se siamo fortunati, passiamo la vita in una sorta di paradiso illusorio, senza mai sapere quanto vicini siamo all'abisso. Ciò che fa impazzire Kurtz ("l'orrore") è la scoperta di quell'abisso (Roger Ebert, 28 novembre 1999).

La proiezione è aperta a tutti gli studenti!

Torna in cima