//Incontro con l’opera di Federico Fusi

Incontro con l’opera di Federico Fusi

ANNUNCIO x FUSI 1

Federico Fusi nasce a Siena nel 1967, incontra la scultura come possibilità espressiva a 11 anni in Francia nel’atelier di Romolus Altoviti. Studia a Siena con lo scultore poeta Massimo Lippi ed all’Accademia di Brera con gli scultori Alik Cavaliere, Andrea Cascella dove frequenta come cultore della materia le lezioni di pittura di Luciano Fabro.

“Hapalat, la montagna di fuoco e dintorni. Verso il riposo della parola.”

Federico Fusi nasce a Siena nel 1967, incontra la scultura come possibilità espressiva a 11 anni in Francia nel’atelier di Romolus Altoviti. Studia a Siena con lo scultore poeta Massimo Lippi ed all’Accademia di Brera con gli scultori Alik Cavaliere, Andrea Cascella dove frequenta come cultore della materia le lezioni di pittura di Luciano Fabro.

Verso la fine degli anni 80 inizia ad esporre nel circuito della giovane arte milanese e toscana. Tra le principali mostre citiamo: “Politica2 Novi Ligure , Alessandria, 1988 e “Conto Terzi”, Soncino, Cremona 1989; ‘Imprevisto’, Castello di Volpaia, Siena 1991; ‘Fiar International Prize’, 1991; ‘Ripple across the water’ Museo Watari-Um Tokyo (J) 1995; ‘Dialoog 2’ Belgian Academy Koln (D) 1995; ‘Fuoriuso’ 6 e 7, Pescara, 1996-1997; ‘Il Piede d’Europa’ Villa Romana, Firenze, 1996; ‘Atlantide’ Palazzo delle Papesse Siena, 1998; ‘Caravitadimora’ e ‘AlPadre’ Oratorio del Caravita Roma, 1998-1999; ‘Verso Sud’ scultura delle rocce affioranti nel tessuto urbano di Carpineto Romano, Roma, 2000. ‘7^ Bienal de Habana’, La Habana (CU) 2000. ‘Sonsbeek 9’ Arnhem (NL) 2001, dove Fusi inizia un percorso espressivo che unisce l’arte visiva al mezzo radiofonico definito ‘Radioarte, ‘Le opere e i giorni’, Certosa di Padula, Salerno 2004 Almost Real, Centraal Museum, Utrecht (NL) 2004. ‘Something else!!!’, Museo Man Nuoro 2009. Made in Filandia 2010.

Progetta, per l’associazione Culturale Zerynthia, la piattaforma web radio‘Radioartemobile’ vincitrice del premio ‘culture 2000’ della Comunità Europea, Roma 2002. Realizza poi ‘RadioarteJump’, residenza artistica con mostre e seminari sull’uso dell’etere come spazio espositivo, per la celebrazione del 50° anno della European Cultural Foundation, Centraal Museum, Utrecht (NL) 2004.

Dal 2005 al 2009 si dedica a un’ulteriore approfondimento personale e professionale anche con viaggi in est Africa ed est Europa. Nel 2010 inizia una nuova stagione operativa improntata al rinnovamento della scultura in marmo. Nel 2011 gli viene affidata l’esecuzione del monumento al 150° dell’Unità d’Italia a Siena ed una sua opera entra in collezione Permanente nella Pinacoteca Nazionale di Siena. Dal 2011, fondatore e coordianatore della etichetta inner room produzione artistiche, organizza ciclicamente mostre ed incontri coinvolgendo i talenti dell’arte contemporanea nelle molteplici forme di ricerca e produzione nella propria sede ed in ambiti pubblici e privati che la ospitano. Il tutto per la crescita spirituale, sociale ed economica delle persone che sono e che passano da Siena. Per chiari meriti inner room partecipa alla stesura del programma artistico per Siena Capitale Italiana della Cultura 2015 ed è chiamata alla cura della sezione Radio Art del Chigiana Summer Festival 2016 in calendario per luglio – agosto 2016.

Collezioni private e pubbliche hanno scelto di conservare sue opere, tra cui: Comune di Bari; Pinacoterca Nazionale di Siena, Provincia e Prefettura di Siena, Comune di Siena; Smak Museum Ghent (B); Watari-Um, Tokyo, (J).

Abaq ­‐ Lunedì 9 Maggio 2016 ­‐ ore 11

2016-05-03T15:28:20+00:00