Giovedì 14 novembre alle ore 11,00 l’Accademia ospiterà i sei artisti africani che partecipano al progetto “Young African Art. Linguaggi oltre confine”, promosso dalla Carlo Maresca SpA e dalla sua galleria d’arte YAG/garage. Si tratta di una residenza artistica nella città di Pescara che coinvolge sei giovani personalità provenienti dal continente africano: Nelson Niyakire, Burundi, Khulekani Msweli, eSwatini (ex Swaziland), Marwa Saad, Egitto, Selome Muleta, Etiopia, Collin Sekajugo, Rwanda/Uganda ed Elolo Bosoka, Ghana.
Un’importante occasione di scambio e confronto di diversi linguaggi artistici, a cui studenti e docenti sono invitati a partecipare.

La residenza si terrà dal 9 al 17 novembre 2019 ed è arricchita da una serie di appuntamenti collaterali e da un evento espositivo finale allestito nel nuovo spazio della sede aziendale, la Sala Caravaggio. Obiettivo del progetto è di generare una “migrazione” positiva che arricchisca il nostro territorio attraverso occasioni di incontro e di confronto, nelle quali il linguaggio artistico contemporaneo diventi uno strumento culturale capace di alimentare importanti processi di contaminazione. Tutto questo è stato possibile grazie ad un comitato tecnico scientifico composto da: Silvio Maresca, amministratore unico della Carlo Maresca SpA, Ivan D’Alberto, direttore artistico della YAG/garage, Claudia Beretta, esperta d’arte e referente YAG/garage in Africa, Roberto Sala, direttore artistico della Rivista Segno, Martina Sconci, direttrice del MUSPAC dell’Aquila, Maria Letizia Paiato, storico e critico d’arte, nonché curatore indipendente, e Marco Brandizzi, direttore dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila. Il progetto ha ricevuto il sostegno economico da parte delle società Bluserena, Valagro, Almacis e Sexantio. Per gli appuntamenti collaterali organizzati durante la settimana di residenza si ringraziano gli artisti Francesco Alberico, Gianmaria Victor De Lisio e Mandra Cerrone e le associazioni culturali Grand Hotel e Artisti per il Matta di Pescara, Mystic Driver Art Lab, di Francavilla al Mare (Chieti), l’Accademia di Belle Arti e il Museo Sperimentale di Arte Contemporanea dell’Aquila.