PUNTI DI VISTA
Una finestra sulle varie professioni dell’arte

a cura della Prof.ssa Martina Sconci
docente di Storia dell’Arte
Accademia di Belle Arti dell’Aquila

In diretta su www.abaq.it

PUNTI DI VISTA vuole essere una piccola finestra sulle diverse professionalità che animano il mondo dell’arte, al fine di stimolare l’interesse di studenti e curiosi sui diversi scenari lavorativi legati a questo ambito. Si svilupperà attraverso una serie di incontri on line, aperti a tutti, con artisti, curatori, operatori culturali, esperti di didattica che parleranno della loro esperienza professionale, della loro formazione, dei rapporti con le istituzioni e con i luoghi in cui operano. I partecipanti potranno relazionarsi direttamente con gli invitati, in modo da confrontarsi con le diverse esperienze e approfondire quegli aspetti che ruotano attorno al panorama culturale contemporaneo.

I primi due appuntamenti saranno con l’artista Laura Cionci (giovedì 18 marzo ore 17,30) e con Francesca Campli, educatrice d’arte (giovedì 25 marzo ore 17,30).

LAURA CIONCI è un’artista e performer. La sua ricerca coltiva pratiche relazionali per lo sviluppo di processi creativi volti a riarticolare le potenzialità energetiche umane in relazione alla biodiversità e al territorio. Il suo lavoro la porta dal 2004 ad oggi a realizzare residenze e progetti tra l’Italia, il Sud America e l’Australia.

Partecipa a diverse residenze in Italia e all’estero. Collabora con gli Istituti di Cultura Italiani di Buenos Aires, Bogotà, Melbourne, Montevideo. Nel 2012 collabora al progetto internazionale Sao Paulo Calling per la Secretaria de habitacao de Sao Paulo in Brasile diretto da Stefano Boeri. Lavora con gallerie storiche come Franco Toselli e Pio Monti in Italia e Galeria Sextante a Bogotà, Mars Gallery a Mebourne. Realizza progetti
per centri culturali e musei internazionali e partecipa a varie Biennali e festival d’arte contemporanea.

Dal 2015 fa parte, con Leonardo Caffo e Azzurra Muzzonigro, della piattaforma di ricerca “Waiting Posthuman Studio”. Nel 2019 scrive il suo primo libro “Stato di Grazia” edito da Sartoria Editoriale per PostmediaBooks. Nel 2020 presenta per PROVE DI R(I)ESISTENZA a cura di Ilaria Conti, “Stato di Grazia/Motoperpetuo” alla Fondazione Baruchello.