//La storia del teatro e l’arte contemporanea protagonisti all’Accademia di Belle Arti di L’Aquila

La storia del teatro e l’arte contemporanea protagonisti all’Accademia di Belle Arti di L’Aquila

Presentazione Licia Galizia Interazioni e Galizia – Lupone. Interazioni

 

Accademia di Belle Arti - Tsa crocevia di esperienze

Due importanti eventi culturali, il 28 con il dibattito “Accademia di Belle Arti e TSA” e il 30 con la presentazione del catalogo Licia Galizia. Interazioni e Galizia – Lupone. Interazioni

L’Aquila 25 aprile 2015 – Due importanti appuntamenti culturali per l’Accademia di Belle Arti di L’Aquila, la prossima settimana. Il 28 aprile prossimo alle ore 11 presso il Teatro dell’Accademia si svolgerà l’incontro organizzato dalla casa editrice Ricerche e Redazione. Intorno al volume “Il Teatro all’Aquila e in Abruzzo, TSA Cronaca e Storia” del giornalista Antonio di Muzio si articolerà il dibattito “Accademia di Belle Arti e TSA” perché il libro ricostruisce la collaborazione fattiva tra le due strutture negli anni in cui, era il 1970, nasceva l’Accademia aquilana. “presso la quale il Tsa – si legge nel volume – aveva trovato un naturale alleato per lo sviluppo della sua politica culturale, tendente a coinvolgere nell’operatività teatrale l’intera comunità civica, come postulato dalle più moderne e attendibili metodologie socio-culturali. La Scuola diScenografia dell’Accademia era anzi un vero e proprio cordone ombelicale, attraverso il quale uomini di teatro e di scuola, studenti e cittadini in genere venivano sempre meglio collegati su quel piano di organico scambio di esperienze che sta alla radice della moderna dinamica culturale. Tra l’altro, l’interazione con l’Accademia venne corroborata dalla presenza nel suo corpo insegnante di tre vecchie colonne dello staff artistico del Tsa, quali il regista Calenda, il costumista Francescangelo Ciarletta e lo scenografo Franco Nonnis, nonché dalla presenza di Fabiani, commissario governativo all’Accademia e consigliere delegato al Tsa”. Una collaborazione proficua che portò alla ideazione e messa in scena di momenti memorabili nella storia, sia dell’Istituto di formazione che dello stesso TSA. Nel 1972 studenti dell’Accademia del corso di Sylvano Bussotti realizzarono la prima mondiale di Theatre Piece di John Cage, poi la collaborazione che l’altro insegnante di fama internazionale Carmelo Bene, docente di Elementi di Regia, che condusse uno studio sui colori e sulla luce per le messinscena teatrali attraverso un dipinto di Ingres ( pittore ottocentesco francese al quale si sono ispirati i massimi esponenti dell’Impressionismo) “La Baigneuse di Valpincon”. Un altro felice momento per l’Accademia fu l’ideazione e produzione insieme al Teatro Universitario , collaborazione del TSA e della Compagnia La Fabbrica dello spettacolo “Gran serata Futurista !909 – 1930” di Fabio Mauri. Lo spettacolo fu rappresentato quattro volte: nel 1980 all’Aquila, nel 1982 a Roma e a Milano e nel 1986 a Venezia. Era una storia dei linguaggi futuristi all’interno della storia d’Europa. Nello spettacolo erano coinvolte 112 persone, tra attori e personale tecnico e artistico, ed esso era allestito secondo il dialetto del Manifesto del Teatro Totale di Marinetti e del Teatro di Varietà. All’incontro partecipano attuali ed ex docenti dell’Accademia che hanno vissuto questa stagione: Marcello Gallucci, Giancarlo Gentilucci, Enrico Sconci, ospite d’onore il vignettista e caricaturista Walter Zarroli, sarà presente anche l’autore Antonio di Muzio.
Dopo la storia del teatro sarà la volta dell’arte contemporanea. Il 30 aprile 2015 presso il Teatro dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila alle ore 16.00 saranno presentati i cataloghi Licia Galizia. Interazioni e Galizia – Lupone. Interazioni pubblicati dalla Clear edizioni di Roma. Licia Galizia. Interazioni, dal quale è stato estratto Galizia – Lupone. Interazioni, traccia la storia artistica di Licia Galizia, artista visiva e scultrice, che nel corso della sua ascendenza professionale ha avuto modo di sperimentare molte interferenze ponendo il suo lavoro in dialogo con diverse discipline: poesia, danza, architettura e musica. Il testo nasce dalla tesi di laurea specialistica di Paola Marulli e prende le sembianze di una pubblicazione grazie ad una sapiente rielaborazione arricchita dai preziosi contributi di Gioia Mori, Franco Speroni, Valentina Ricciuti e Michelangelo Lupone (saranno Presenti all’incontro). La veste grafica è stata curata da Filomena Di Camillo, la traduzione in lingua inglese da Lilliana Genova e Isabella Falci e la stampa dall’Editoriale Eco.

La musica e le forme di Licia Galizia hanno trovato fin da subito un’armonia di intenti fino ad arrivare all’incontro con il maestro Michelangelo Lupone e il CRM – Centro Ricerche Musicali di Roma. Da circa dieci anni sperimentano forme e soluzioni musicali grazie all’attività di ricerca del CRM che ha studiato e poi messo in opera il potenziamento dell’aspetto sia interattivo che adattivo delle opere realizzate, permettendo così la creazione di un dialogo diretto con il pubblico. Proprio per testimoniare questo sodalizio artistico il catalogo è stato pensato anche in due volumi distinti ed indipendenti per dare preminenza al lavoro svolto da Licia Galizia e Michelangelo Lupone insieme al CRM. Uno degli aspetti fondamentali di questo incontro tra le arti è quello dell’interattività della quale l’opera viene dotata per nutrirsi e rigenerasi ogni volta grazie all’incontro con il fruitore. Questa tematica è stata ben trattata nel corso del convegno dal titolo Segno e Senso, creatività artistica e scientifica per una percezione estesa dedicato alla riflessione e alla ricerca di una nuova creatività artistica e scientifica che faciliti una percezione estesa anche ad un pubblico diversamente abile tenuto a L’Aquila non più di anno fa. Alla presentazione porteranno i saluti il Presidente e il direttore dell’Accademia, Roberto Marotta e Marco Brandizzi, il Presidente della Fondazione Carispaq Marco Fanfani. Sarà presente l’artista Licia Galizia.

INTERFERENZE invito

2017-06-03T08:44:45+00:00 aprile 26th, 2015|